< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • March 2003
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    11/03/2003

    Filed under: — JE6 @ 17:34

    Quando 1+1 fa 3
    Quando un album (un disco, io li chiamo ancora così, razza di nostalgico) nel suo insieme è qualcosa più delle singole canzoni che lo compongono. Mia personalissima lista – e sono certo di dimenticarmene qualcuno: Born To Run, Storia di un minuto, The Lamb Lies Down On Broadway, The Dark Side Of The Moon, The Wall, 52nd Street, Synchronicity, Back In Black, Making Movies, The Joshua Tree, Scarecrow. Grazie a 4Banalitaten (anche per il link a kuro5hin) per aver gettato il sasso.

    Filed under: — JE6 @ 16:56

    Senza la striscia, però
    Ma certo, appoggio anch’io l’idea del BdS (e citata da Mim*mina): Paolo Mieli, se davvero Le capiterà di fare il presidente RAI, provi a mettere in piedi una rete all news. Tipo CNN, insomma. Però, se fosse possibile, senza la maledetta striscia che gira là in basso; perchè io mi inebetisco a leggere quella, e, alla fine, mi perdo quello che dicono gli annunciatori.

    Mancava solo il triceratopo

    Filed under: — JE6 @ 11:40

    Se non ci fossero più di venti animali morti, a leggere questa storia del Jurassic Park sui monti dell’Aspromonte, stipato di tucani, cammelli e zebre, ci sarebbe da ridere. Poi, però, viene da pensare anche alle famiglie che si muovevano in massa per andare ad ammirare lo sfoggio di esoticità , dopo essersene fottute per decenni della (splendida) fauna locale. Così come noi milanesi, che facciamo la lotta per scattare quattro fotografie al cambio della guardia di Buckingham Palace senza essere mai entrati nelle sale del Castello Sforzesco.