< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • May 2003
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    18/05/2003

    Filed under: — JE6 @ 22:51

    Nomi e vite dei blogger
    Vi prego, continuate. Questa raccolta di nomi e nick, e dei loro significati, è di una ricchezza inaspettata. Non è solo questione di quantità, comunque cospicua. C’è qualcosa di più, e cerco di spiegarla.
    I nomi dei nostri blog sono frutto di una scelta: nostra. Io non ho scelto di chiamarmi Sergio: la responsabilità è della mi’ mamma e del mi’ babbo: buona o cattiva che sia stata la loro scelta, io non ho avuto voce in capitolo.
    Squonk l’ho scelto io. Ho voluto dire qualcosa, scegliendo quel nome (peraltro, prendendo lucciole per lanterne, come spiego nel sondaggio). E così vale, grosso modo, per tutti noi. Leggendo le risposte al sondaggio vengono fuori storie, pensieri, sensazioni, famiglie, amici, città, dischi e libri. Senza volerla fare troppo grossa, vengono fuori pezzetti di vita.
    Va bene, adesso la smetto di fare sociologia d’accatto, e psicanalisi da bar sport. Però mi piacerebbe continuare la raccolta di queste storie, saperne e farne sapere di più della vita che abbiamo vissuto.