< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • Dove troviamo binari
  • Quando sei fuori
  • Il mio verso libero
  • May 2004
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    06/05/2004

    Mamma li turchi

    Filed under: — JE6 @ 22:04

    Cito da corriere.it/vivimilano: (il comune ha un nuovo problema da risolvere) la richiesta, da parte di molte famiglie, di spostare i figli là dove minore è la concentrazione di piccoli extracomunitari. A costo di rinunciare al punteggio in graduatoria che deriva dalla vicinanza della propria abitazione all’asilo di zona. In centro, dunque, visto che in molti quartieri, soprattutto nelle zone 8 e nella 9, gli iscritti stranieri (in tutto 3.500) sono in aumento.
    Adesso capisco perchè l’iscrizione di mia figlia al primo anno di scuola materna (quello che si chiamava asilo quando io ero piccolo; da quest’anno pare che si chiami scuola dell’infanzia. Entro un lustro sarà l’università dei lattanti) è stata accettata senza problemi.

    Monotype Sorts

    Filed under: — JE6 @ 12:26

    Non so quante scelte buone ho fatto, in vita mia.
    Tra quelle, comunque, metto l’abbandono di Splinder. Oggi è tutto un fiorire di apici, euri, TM, dieresi. Una gioia per gli occhi.

    Treni, domande, persone

    Filed under: — JE6 @ 09:10

    C’è gente che sale sui treni, e non si limita a guardare le persone. Ci parla, fa domande, ascolta storie e risposte; e non importa se ha a che fare con tossici feriti o fisarmonicisti rom. Chapeau.
    Il Mappamondo