< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Io e il generale (di domande, risposte, presenze e assenze)
  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • July 2004
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    26/07/2004

    Mea culpa (Girando per commenti – Reprise)

    Filed under: — JE6 @ 09:49

    Quanto è deprimente rendersi conto di essersi messo allo stesso livello di un figlio-della-madre-sempre-incinta?

    12 Responses to “Mea culpa (Girando per commenti – Reprise)”

    1. lester Says:

      Una volta che ti ci scontri, scendere a quel livello è pressoché inevitabile. Triste ma vero. Mi ha colpito il silenzio del padrone di casa.

    2. inconnuaubataillon Says:

      ma insomma, la vuoi cotta o cruda? prima ti lamenti perché i commenti te li scrivono solo i tuoi pards, poi t’indispettisci per un flame un po’ al disopra delle righe, e non esattamente alla portata dei profani (non accusate il padrone di casa: si era addormentato). domanda retorica: non sarà che siamo un tantino permalosetti?

    3. Gilgamesh Says:

      Sir, a questo punto ci risparmia accurate indagini e ci dice DOVE e/o DA CHI si è verificato l’increscioso episodio? Se non le dispiace troppo, of course. Circa il suo rammarico, una delle “Leggi di Murphy” raccolte da Arthur Bloch recita testualmente: ‘Non discutere mai con un idiota in pubblico, la gente potrebbe non notare la differenza’, mi pare la indichi come legge di Zymurgi, comunque è una regola d’oro, è capitato anche a me nei commenti di Macchianera e altrove, e mi son sempre pentito di non aver ignorato il tizio di turno.

    4. Squonk Says:

      Allora: il luogo del delitto è questo post di Massimo Mantellini, dove ho avuto a che fare (errore! errore!) con Fabio Metitieri: http://www.mantellini.it/2004_07_01_archivio.htm#109053042660851718
      Nel caso specifico, me la sono presa perchè FB mi ha dato del disonesto, soggetto che compie azioni contro la legge, la morale e l’etichetta. Nei commenti a quel post posso aver scritto fregnacce della miglior specie, ma queste potevano essere confutate senza insultare. Io, pirla, mi sono adeguato.
      Quanto invece al fatto che io mi sia lamentato perchè “i commenti me li scrivono solo i miei pards”, consiglierei una lettura del post un po’ meno affrettata. Non mi sono lamentato di nulla: ho fatto una constatazione, che riguarda sia quello che ho scritto io sia la natura del Diario dei Diari. Stop.

    5. Effe Says:

      anni e anni di informazione sui contraccettivi andati in fumo

    6. Gilgamesh Says:

      Letto e meditato. Ribadisco la validità della legge di Zymurgi, ma vorrei rassicurarla, Sir, la differenza si nota, altrochè se si nota, ed è tutta a suo vantaggio. Poi, darei ragione anche ad Herr Effe, la colpa comunque è dell’oligopolio dell’informazione, ancora condizionato dalla morale cattolica. La madre dei cretini è una seguace di Ogino e Knaus.

    7. Fabula Says:

      Come il sig. Gilgamesh avevo seguito ma solo fino a un certo punto. Ora è tutto più chiaro. Anche io ho avuto un alterco con lo stesso signore, anche se per motivazioni diverse. Mi pare lo stesso anche il blog. Mi piacerebbe fornirti il link ma davvero, non credo valga la pena e poi ho rimosso. Mette tristezza la coincidenza. Forse il Sig. Metitieri non può proprio fare a meno di scatenare risse verbali con chiunque e – pare – indipendentemente dalle motivazioni.
      E’ solo l’arroganza che proprio non mando giù.

    8. inconnuaubataillon Says:

      eh sì. era proprio una domanda retorica.

    9. b.georg Says:

      inconnu (si fa per dire), non distinguere una discussione da posizioni diametralmente opposte – quella tra squonk e mantellini – che tuttavia focalizza l’oggetto, da una a suon di scorregge e rutti, insulti e adolescenza ritardata, in cui l’oggetto perde ogni importanza a favore di personalismi vuoti, è piuttosto singolare, non trovi? 😉

    10. inconnuaubataillon Says:

      un’altra domanda retorica, eh? mi sa che la madre di cui sopra e quella dei blogger sfaccendati che stanno a cercare il pelo nell’uovo frequentano lo stesso consultorio.

    11. Squonk Says:

      Signori, facciamo basta? Ma mica per me, sapete: è che vorrei evitare la ripetizione della querelle con Metitieri. Alla lunga, stufano, soprattutto se rimangono tutti della propria idea.

    12. b.georg Says:

      come volevasi. bye bye 🙂

    Leave a Reply