< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • October 2004
    M T W T F S S
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    06/10/2004

    Volare, oh oh

    Filed under: — JE6 @ 12:48

    I radar di Linate (e di Malpensa, e di Bergamo, e di Torino, e di Genova) saltano. Per cinque minuti che, se ci si pensa, sono un’eternità e un po’ di più.
    “Rimettere in ordine il sistema dei movimenti (…) si sta rivelando un’operazione complessa”. Nel blu, dipinto di blu, felice di stare lassù.
    Repubblica.it

    5 Responses to “Volare, oh oh”

    1. Effe Says:

      alitalia ha messo in cassaintegrazione puranco i software

    2. sphera Says:

      “rimettere in ordine il sistema dei movimenti” è una frase che già rivela tutto un ordine mentale.

    3. Gilgamesh Says:

      La tecnologia non dovrebbe mai superare la soglia di complessità che non consente un overdrive manuale.

      Un esempio lampante è la nuova automobile della Renault: è possibilie impostare la velocità di crociera, la fermata automatica, perfino lasciare il volante al navigatore satellitare coordinato col rilevatore di collisione, in autostrada.

      Risultato: un povero cristo in Francia s’è trovato con l’acceleratore bloccato sui 190 km/h e per salvarlo sono dovute intervenire due pattuglie della stradale e un tecnico della casa automobilistica che per telefono è riuscito a fargli disinserire il malefico pilota troppo automatico. Notizia di ieri, ma sembra la trama di Speed 3, nevvero?

    4. Mistral Says:

      Oddìo che incubo… penso all’eventualità di un “contrattempo” del genere sui tornanti di Solanas e rabbrividisco.
      Aridatece le manovelle!

    5. cassiacafè Says:

      Panico ..nel blu dipinto di blu.
      Bel blog. Ciao.

    Leave a Reply