< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Da fuori, standoci dentro
  • Grazie
  • Compagni
  • L’Italia fuori dalla mischia
  • Oval Office
  • Tennis, tv, trigonometria, scissione
  • Vincere le battaglie e perdere le guerre
  • Il potere di una virgola
  • Partiti
  • Che libri legge Donald Trump?
  • November 2004
    M T W T F S S
    « Oct   Dec »
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    30/11/2004

    The world is my oyster

    Filed under: — JE6 @ 17:46

    Gente, alle 17.38 GMT+1, questo blog è stato visitato da qualcuno che sta in quel dell’Università di Harvard. Nel suo piccolo, sono soddisfazioni.

    Il tesoro dei Bulgari

    Filed under: — JE6 @ 15:04

    Poi si rivelerà una bufala organizzata da qualche sordido PR, ma, nel frattempo, mi auguro che la notizia sia vera.
    Spystocks.com

    29/11/2004

    Risparmi, tasse, malattie

    Filed under: — JE6 @ 16:37

    Post qualunquista anzicheno. Siete avvisati.

    Il sottoscritto è uno di quelli che, per sua fortuna, pur senza navigare nell’oro può dire che i tagli fiscali promessi dal governo non gli cambieranno la vita.
    Sarà per questo che il sottoscritto si può permettere di dire che gli farebbe piacere se almeno una parte degli sgravi di cui godrà venissero usati per ottemperare agli impegni presi dal governo di cui sopra: ad esempio, versare i 100 milioni di Euro promessi durante il G8 di Genova nel 2001 al Fondo per la salute e la lotta all’AIDS. Cosa che il governo non ha fatto nel 2004, e non farà nel 2005.
    Repubblica.it

    28/11/2004

    Favorisca i documenti

    Filed under: — JE6 @ 15:30

    Oggi mia moglie mi ha rivelato che, tra gli assicurati dell’agenzia nella quale lavora, ve ne sono alcuni che, sulla carta d’identità, alla riga “Professione” dichiarano “Benestante“.

    26/11/2004

    Look at me

    Filed under: — JE6 @ 10:26

    Sembra che le nonne americane si stiano attrezzando in gran numero con sistemi di videoconferenza che dovrebbero consentir loro di tenersi in contatto con la prole sparsa ai quattro angoli del continente: “Voglio che [il nipotino, tre settimane di età] mi possa vedere, possa sentire la mia voce. Voglio potergli leggere delle storie, ed essere partecipe di alcune delle sue prime azioni”, dice Melody Wilt, parlando di sè e di suo nipote, divisi da dieci ore di strada.
    Non ho un’opinione precisa in materia; a pelle, senza stare a scomodare Orwell (o Jon Endemol), e senza lanciarmi in considerazioni tecnico-economiche sull’affidabilità ed economicità della banda larga in Italia, l’idea di comunicare via webcam non mi attira particolarmente. Sarà che, in occasione dell’unica videoconferenza alla quale ho assistito, sono stato licenziato in diretta in compagnia di un’altra cinquantina di persone sparse in tredici nazioni.
    Ma capisco. Ho la fortuna di abitare a cinque minuti di macchina dai miei genitori e dai miei suoceri, la gran parte dei miei amici abita in un’area di quindici chilometri quadrati, insomma, una grossa fetta delle mie relazioni umane non necessita di strumenti tecnologici per prendere forma.
    C’è chi non ha analoga fortuna, e vorrebbe avere la possibilità di vedere in faccia la mamma, il nipote, la sorella, l’amica, l’ex collega, pur stando a centinaia di chilometri di distanza. Mi pare comprensibile.
    Ci adatteremo, mi adatterò. Ci son cose peggiori nella vita.
    New York Times

    La tapparella

    Filed under: — JE6 @ 07:59

    Settimana povera, per il blog. Troppe corse, troppi lavori urgenti, troppe sveglie anticipate, troppi crolli sul divano ancor prima della fine di Carosello, troppo poco tempo per leggere giornali e blog e libri. Insomma, se questa è la mia finestra sul mondo, in questi giorni non sono riuscito ad alzare la tapparella.

    25/11/2004

    Paese che vai

    Filed under: — JE6 @ 08:32

    Solo a Torino, e in pieno centro, può capitare di trovare l’Amaro Spartacus.

    24/11/2004

    L’abito e il monaco

    Filed under: — JE6 @ 08:07

    Ieri ascoltavo l’intervento del direttore marketing di una famosa azienda di abbigliamento maschile. Parlava dei clienti di questa azienda, una di quelle che tutti conoscono ma che non tutti si possono permettere, nè in Italia nè negli altri cinquantanove paesi del mondo dove ha almeno un punto vendita.
    Parlava dell’ordine medio annuo di questi clienti (diecimila euro), parlava dei clienti “top” (fino a trecentomila euro di acquisti all’anno), parlava di come questi signori devono essere curati con la massima attenzione (e ti credo).
    Tornando a casa, pensavo a chi può spendere ogni giorno che Dio manda in terra ottocentoventidue euro in vestiti, che vita fa, che gusti ha, che libri legge, che musica ascolta, se mangia soltanto caviale e beve soltanto champagne, se va in bagno e lì fa le stesse cose che faccio io. Le risposte a queste domande retoriche credo di conoscerle, ma ogni tanto è bello crogiolarsi nella propria autocommiserazione.

    Dubbi (prima dell’alba)

    Filed under: — JE6 @ 07:59

    Gente, ma sul serio Mork e Mindy si sono sposati? La puntata di questa mattina finiva con il loro matrimonio, e con un “To be continued”…

    22/11/2004

    La tigre c’est moi

    Filed under: — JE6 @ 09:13

    Nanni Moretti potrà vantarsi della sua vista lunga: secondo 120 direttori marketing intervistati da Eta Meta Research, il tubo catodico dovrebbe smetterla di ammannirci giovini baldi, palestrati e decerebrati; meglio, molto meglio “gli splendidi quarantenni con qualche filo bianco tra i capelli (…) in grado di parlare con proprietà di linguaggio“.
    Calando un velo sull’aggettivo “splendido”, mi pare di avere tutti i requisiti per condurre un talk-show in seconda serata. Signor Costanzo, si faccia in là, per cortesia.
    Repubblica.it