< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • November 2004
    M T W T F S S
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    05/11/2004

    Chissà cosa ne pensa Karol

    Filed under: — JE6 @ 15:50

    “Gesù, quando vide che il cibo non bastava per tutti, non divise in pezzetti il pane ed il pesce per soddisfare tutti con poco, ma lo moltiplicò e lo redistribuì per soddisfare i bisogni di tutti (…) Il precedente evangelico, se vogliamo, l’unico miracolo sociale, quello dei pani e dei pesci, risponde allo stesso meccanismo di sviluppo che è il cardine di questa Finanziaria”
    Giuseppe Vegas, sottosegretario all’economia
    Repubblica.it

    Come hai detto, scusa?

    Filed under: — JE6 @ 10:11

    Per coloro che, domani alla BlogFest, si rivolgeranno al sottoscritto senza ottenere risposta: non è cattiveria, è abbassamento di udito, provocato da accumulo di innominabili materiali in tutte le vie aeree superiori e aggravato da infiammazione dei timpani, a cui dodici giorni di antibiotici e aerosol non hanno portato rimedio. Siate comprensivi; e, già che ci siete, scrivete ciò che volete dirmi su un bigliettino. In bella calligrafia, s’intende, altrimenti non capisco.