< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • December 2004
    M T W T F S S
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    28/12/2004

    Consigli per gli acquisti

    Filed under: — JE6 @ 22:26

    Il titolare, qui, domani (mercoledì) pomeriggio vorrebbe fare un salto a vedere l’Andy Warhol Show alla Triennale. Qualcuno l’ha già visitato? Vale la pena?

    Sparate sul titolista

    Filed under: — JE6 @ 14:01

    In questo momento, l’home page di Repubblica ha un titolo che recita “Andreotti, dalla Cassazione assoluzione piena”.
    Diciamo che il lettore frettoloso salta l’occhiello, e segue il link, che lo porta qui, a leggere già nel titolo “Andreotti, Cassazione conferma prescrizione e assoluzione”. A quel punto, anche senza leggere le successive cinque righe di agenzia, forse anche il lettore frettoloso si chiederà “Ma come, non era mica piena questa assoluzione?”

    Si poteva evitare?

    Filed under: — JE6 @ 08:09

    A quanto pare, sì, qualche decina di migliaia di persone sarebbero ancora vive se.
    Se ci fosse stata una rete di rilevatori marini, una rete di boe di superficie, una rete di satelliti, un centro di raccolta e smistamento informazioni, una struttura di comunicazione con i cittadini. Eccetera.
    Adesso, tutti a dire “Però, vedi le Hawaii, uno tsunami alla settimana e non hanno mica problemi”. Oh, certo. Ma anche da quelle parti si sono decisi a spendere i loro bravi soldini solo dopo essersi visti rasare le isole (casa di Magnum P.I. inclusa) un paio di volte. Come dire, le esperienze degli altri non servono mai a nulla, altrimenti anche a Tolmezzo, a Gubbio e ad Avellino avremmo costruito le case antisismiche come a Tokio, no?