< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • January 2005
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    10/01/2005

    Taxi! Taxi!

    Filed under: — JE6 @ 16:29

    Per chi non lo sapesse, le prossime evoluzioni del trasporto pubblico urbano saranno la mini-mongolfiera, l’asino (o il mulo, in città ad altimetria variabile) e, probabilmente, uno schiavo corpulento. Per il momento, abbiamo il “risciò a pedalata assistita”.
    Motorino.it

    PS – Sul serio, qualche frequentatore del centro di Milano ne ha visto almeno uno in circolazione?

    Così è, se vi pare?

    Filed under: — JE6 @ 16:05

    Sarà pure diventato un moralista piccolo-borghese (per me non è vero, ma non è questo il punto), ma tra le poche parole sensate che ho letto/ascoltato in merito all’Italia no-smoking (ma chi li fa i titoli, a Repubblica?) ci sono queste di Michele Serra:
    Il moltiplicarsi dei narcisismi (“io sono così e mi piaccio così, che ci volete fare”) che già ammorba la convivenza sociale suggerirebbe – per mitezza, per intelligenza – di provare, ciascuno nel suo, a contenersi, ovvero a modificarsi, a cambiare, a non rimanere impermeabili alla presenza e al giudizio degli altri.
    Si tratterebbe, poi, più o meno di quello che i nostri vecchi chiamavano buona educazione. Le leggi intervengono, in genere, laddove le persone non sono più in grado di normarsi da sé sole, di chiedersi, cioè, dove e quando il proprio diritto invade e lede quello altrui. Così questa legge, che mi è sommamente antipatica perché nasce (…) dal paternalismo di Stato, e insomma ci tratta da discoli immaturi, mi sembra comunque una legge necessaria e inevitabile, perché fa da contrappasso a una delle tante incontinenze sociali, e aiuta a percepire meglio l’esistenza del prossimo.

    PS – Sempre a proposito di fumo, i titolisti dell’intero gruppo L’espresso devono aver aspirato ingenti quantità di sostanze invise al Ministro degli Esteri, altrimenti non si spiega come si sia potuto scrivere che il sigaro toscano è “fuori dal decreto Sirchia“.