< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • January 2005
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    27/01/2005

    Grazie Stefano (cerco lavoro)

    Filed under: — JE6 @ 10:46

    Grazie a questo signore, il sottoscritto sarà disoccupato entro pochi mesi.

    8 Responses to “Grazie Stefano (cerco lavoro)”

    1. jorma Says:

      Lei ha l’indirizzo di casa di questo Stefano?

    2. pessimocarattere Says:

      caro collega (in senso mooolto lato), immagino che tu ti riferisca alle nuove regole sui db telefonici, io non sarei così pessimista …

    3. Effe Says:

      non si chiama disoccupazione, quelli del marketing ce l’hanno venduta per flessibilità

    4. Squonk Says:

      Caro PessimoCarattere, parliamone: blogsquonk@katamail.com.

    5. mafe Says:

      Io non ho messo quella crocetta, sappilo!

    6. Gaspar Says:

      Io l’ho messa. Davvero è la fine del mondo?

    7. Carlo Says:

      Se questo farà smettere quelli che mi telefonano di sabato alle due di pomeriggio o la domenica mattina alle nove per propormi servizi di pentole, corsi di inglese e abbonamenti infostrada (che siano stramaledetti), beh il suo sacrificio sarà valso a qualcosa.

    8. Squonk Says:

      Gaspar (e Carlo): no, non è la fine del mondo. E’ la irragionevole fine (o, quantomeno, pesantissima riduzione) per centinaia di aziende e migliaia di lavoratori. E, sia chiaro, in questo caso il mercato non c’entra nulla: anzi. Mi sa che uno di questi giorni dovrò (ri)spiegare la faccenda, anche se la frittata è già stata fatta.
      Nel frattempo, sul serio, il sottoscritto è costretto a mettersi sul mercato. Cazzo, speravo di farlo di mia volontà, e non costretto dalle voglie di un politico a fine carriera.

    Leave a Reply