< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • Dove troviamo binari
  • Quando sei fuori
  • Il mio verso libero
  • January 2006
    M T W T F S S
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    18/01/2006

    Cattivo maestro

    Filed under: — JE6 @ 23:15

    Il PresDelCons aveva promesso che nei primi cento giorni del suo mandato avrebbe risolto la questione dei suoi conflitti di interessi. Sono passati cinque anni, si direbbe invano.
    Il Governatore della Banca d’Italia ha impiegato meno di due giorni, per mettere a posto le sue faccende. C’è da chiedersi dove sia finito il tipico lassismo italico.
    Repubblica.it

    L’inverno del nostro scontento

    Filed under: — JE6 @ 17:32

    Secondo Repubblica, per rivedere Loredana Lecciso in televisione, dovremo attendere fiduciosi il prossimo inverno.
    Repubblica.it

    Statemi lontano

    Filed under: — JE6 @ 12:42

    Ho ricevuto due telefonate, questa mattina.
    Entrambe per annunciarmi una morte.

    Per definizione

    Filed under: — JE6 @ 11:29

    Diceva Montanelli: speriamo che Berlusconi vinca le elezioni, così gli italiani soffriranno per cinque anni ma almeno, alla fine, si saranno resi conto dell’errore e non lo ripeteranno. Una specie di vaccinazione, insomma: ti inoculi la malattia in quantità non letale, per rendertene successivamente immune.
    Ora, già ai tempi io (ma non credo che fossi l’unico) pensavo che cinque anni di sofferenze e cattivo governo fossero decisamente un po’ troppi. Pensavo anche che quasi cinquant’anni di monocolori democristiani, tri-, quadri- e pentapartiti fossero una dimostrazione abbastanza buona del fatto che molti italiani non si fanno particolari problemi nel vivere, politicamente parlando, con una costante febbriciattola da 37,8°.
    Adesso, dopo cinque anni di febbre (vera, alta), ho l’impressione che poco o nulla sia cambiato, e che il buon vecchio Montanelli – almeno nel caso specifico – avesse purtroppo toppato.
    Così, mi chiedo anche se valga la pena continuare a sottolineare le pochezze dell’attuale governo, le gaffe più o meno clamorose, le esplosioni dell’ego, le leggi ad personam, confidando nel fatto che gli elettori si battano la mano sulla fronte esclamando “mioddio, fatemi votare l’Unione, vi prego”. Credo proprio che questa cosa non serva, almeno sui grandi numeri.
    Certo, si dovrebbe poi essere in grado di proporre qualcosa e qualcuno che rappresenti un’alternativa migliore rispetto a quella attualmente in uso; purtroppo, la sensazione è che il futuro ci prospetti – nel migliore dei casi – cinque anni di febbre a 37,4°. Felicità-ta-ta.
    Repubblica.it