< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • February 2006
    M T W T F S S
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    23/02/2006

    Fashion-addicted

    Filed under: — JE6 @ 13:19

    Se esiste uno scontro di civiltà, di sicuro lo abbiamo già perso. L’azienda che produce i massaggiatori intimi femminili che stanno creando scompiglio e imbarazzo nelle farmacie romane “precisa che il prodotto verrà venduto solo nei canali farmaceutici o della moda“.
    Corriere.it

    6 Responses to “Fashion-addicted”

    1. Maxime Says:

      Se io avessi una farmacia a questo punto attrezzerei dei privè con tutti i comfort… Dal viagra agli integratori di sali minerali, dai preservativi alla vaselina, dal colluttorio ai cerotti alla nicotina per evitare di accendersi la sigaretta dopo l’amplesso. 😉

    2. utente anonimo Says:

      Trade-itore, Ella (marketipo del blogger) mi fa la morale sul canale !
      Suvvia…

    3. dado Says:

      che si scandalizza per un vibratore? guardi che al massimo tutto sto casino significa che siamo ancora indietro rispetto a paesi civili…

    4. Squonk Says:

      No, a dire il vero mi viene l’orticaria al pensiero delle sfilate di moda prossime venture, e delle descrizioni che le accompagneranno. “La donna 2007 di Roberto Cavalli, intellettuale e selvaggia, un po’ chic, un po’ grunge, sicuramente cool, che trascorre il suo tempo tra un vernissage e un happy hour; apparentemente dura, in realtà fragile come un personaggio da romanzo d’appendice, nei momenti in cui necessita di tenerezza ricorre al suo amico più intimo e segreto, il vibratore griffato RC”. Armageddon it, cantavano quelli.

    5. b.georg Says:

      che poi, se c’è una cosa che non passa mai di moda…

    6. Ja Says:

      Mah, io le confezioni di Play della durex le ho viste anche l’altro ieri alla Boots (farmacia, ma vende di tutto da panini a cioccolata a rullini a schede di memoria a occhiali da sole) della lounge delle partenze all’aeroporto di Stansted. E, mi pare, su alcune confezioni ci sia scritto “per lui e lei” – nello specifico, e’ un anello che si infila alla base del massaggiatore intimo femminile di cui ogni essere umano di sesso maschile e’ provvisto. Dov’e’ il problema dalle parti del Vaticano?

    Leave a Reply