< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • Dove troviamo binari
  • Quando sei fuori
  • Il mio verso libero
  • April 2006
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    26/04/2006

    Greetings from Sharm-el-Sheikh – 5. Fuori dal mondo

    Filed under: — JE6 @ 14:53

    Vedi i casi della vita, dopo mezz’ora su suolo egiziano la tastiera del cellulare ha smesso di funzionare. Non va nemmeno la SIM sul telefono di mia moglie, che accendiamo un paio di volte al giorno (comodo quanto si vuole, ma anche gli sms hanno dei costi stellari). La televisione, come si potrà immaginare, la usiamo molto, molto poco. Così, capita che dei fatti di Dahab siamo venuti a conoscenza con qualche ora di ritardo, e facendo una gran fatica a renderci conto della gravità della cosa. Nel microcosmo del villaggio, fatta eccezione per quel paio d’ore serali con centinaia di persone che si affannavano a contattare parenti e amici ben più agitati di quanto non fossero loro qui in loco, le preoccupazioni hanno continuato ad essere la gradazione della crema di protezione solare o la tenuta di maschera e boccaglio. So che c’è un po’ da vergognarsi.
    (Stiamo bene, tranquilli, mai stati meglio: grazie a tutti, davvero)

    3 Responses to “Greetings from Sharm-el-Sheikh – 5. Fuori dal mondo”

    1. Gianni Says:

      Ben tornato, ci avevi fatto preoccupare!

    2. .g Says:

      lei mi mette ansia, sir, non è che l’anno prossimo potrebbe andare in liguria in vacanza?

    3. severine Says:

      Ah, ecco, il mio sms dev’essere finito in bocca al pesce Napoleone.

    Leave a Reply