< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • Dove troviamo binari
  • Quando sei fuori
  • Il mio verso libero
  • May 2006
    M T W T F S S
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    08/05/2006

    Lacerazioni

    Filed under: — JE6 @ 12:24

    Sabato sera guardavo Fedele Confalonieri intervistato da Fabio Fazio. Lombrosianamente parlando, Confalonieri è il Milanese-che-fu. Come Gino Bramieri, per dire. Il cumenda cunt el coeur in man, arricchito da buone letture e altrettanto buoni ascolti.
    Mi pareva sincero quando magnificava i successi imprenditoriali del suo amico e datore di lavoro. E mi pareva – ma chissà – che al tempo stesso si chiedesse “tu guarda cosa mi tocca fare”, forse pensando che ai cumenda si addice maggiormente piazzare mattoni su mattoni là dove una volta c’era l’erba, e persino mostrare in televisione delle belle tette grosse e morbide come meloni, piuttosto che avere a che fare con il manuale Cencelli, i pranzi al “Bolognese”, gli avvocati presidenti del circolo canottieri. Il fatto è che i grattacieli sono più alti della Madonnina, al posto di Helenio Herrera siede Roberto Mancini, Gino Bramieri è morto. Così, Fedele Confalonieri – ma chissà – non si sente tanto bene.

    Liz, I’m coming

    Filed under: — JE6 @ 10:06

    Il titolare, qui, si sposta per un paio di giorni all’ombra del Big Ben. Tra gli incontri in agenda, spicca per importanza quello con il cervello-in-fuga Jaisalmer, che ha promesso di introdurmi nel giro dei beer-addicted londinesi. Se vi sarà la possibilità, si provvederà all’acquisto di un centinaio di pasticche di caffeina come da suggerimento della microbloggeuse Lellina. Nei ritagli di tempo, ci si guadagnerà lo stipendio qui, dalle parti di Earl’s Court.
    Io vado a fare gli auguri a Elisabetta. Voi, intanto, eleggete il Presidente – non fate brutti scherzi, mi raccomando.
    Jaisalmer, Lellina, International Direct Marketing Fair

    Hard rock hallelujah

    Filed under: — JE6 @ 09:03

    So che c’è gente che per cose come l’Eurovision ci va matta. Se volessero provare a farci sopra quattro soldi, i Lordi (Finnish monsters of rock) vengono dati 25 a 1, hai visto mai.
    Chainsaw-wielding Lordi insists it’s not a Satanic group, offering a song called Devil Is a Loser as proof.
    Time.com