< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • Dove troviamo binari
  • Quando sei fuori
  • Il mio verso libero
  • May 2006
    M T W T F S S
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    29/05/2006

    Tanto fa lo stesso

    Filed under: — JE6 @ 08:24

    Non ho controllato di persona (sono pigro e non avevo voglia di schiodarmi dal divano), ma mia moglie e il mio vicino di casa affermano che il timbro apposto sul nostro certificato elettorale, inchiostrata testimonianza del nostro voto di ieri per il sindaco e per il consiglio di zona, riporta la data del 2005.

    Restando – più o meno – in argomento, Babsi Jones scrive questo bel post sull’agglomerato urbano nel quale sono nato, cresciuto, vivo e, immagino, vivrò ancora per un bel po’ – salute permettendo. E’ un post pieno di belle immagini, e anche di buoni suggerimenti; ad esempio: “I serbi di Milano fanno le feste nei locali messicani, mentre i cinesi si sono comprati tutta Via Paolo Sarpi e se i milanesi fossero furbi direbbero che quel posto è come Soho e sembrerebbe tutto molto più cool e internazionale, invece restano lì a fissare tutti questi simpatici musi gialli che vanno avanti e indré intorno al Monumentale con dei carrelli portamerci e nessuno ha mai capito dove vanno e cosa trasportano.”
    Babsi Jones (via Zu)

    Sulla bici del vincitore (reprise)

    Filed under: — JE6 @ 07:59

    Qui si ritorna sulla conclusione del Giro d’Italia solo per segnalare che anche ieri, a fronte di dichiarazioni e denunce da codice penale (o, quantomeno, da azione della magistratura sportiva), la decina e passa di soggetti che affollavano lo studio del “Processo alla tappa” si sono affannati a spiegare che la folla di Corso Venezia era la miglior risposta alle polemiche, che la medesima folla festante era il segno di una manifestazione trionfale e pulita, che non si capiva il motivo di parole che gettavano ombre sulla bellezza e sulla trasparenza di uno straordinario risultato sportivo, e cose così. Sembravano tutti sinceramente dispiaciuti che il Giro d’Italia si concludesse a Milano e non in una località marina, dove avrebbero trovato tonnellate di materia prima – sabbia – pronta all’uso.
    Corriere.it