< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • March 2007
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    14/03/2007

    Io sbaglio

    Filed under: — JE6 @ 07:46

    Io sbaglio.
    Lui dice che io sbaglio, perchè sono troppo affascinato dal trash e finisco per perdere tempo a leggere il giornale che è pieno di Corona-Prodi-Del Piero-Vento-Berlusconi-Santiemadonnesacrileghe e tutte le altre puttanate che passano come lo spirito e l’essenza dei tempi.
    Lui dice che io sbaglio, perchè ho iniziato trent’anni fa ad ascoltare gente che allora era sulla cresta dell’onda, e nel frattempo sono invecchiati, si sono sciolti e si sono rimessi insieme – e io fedele alla linea, nell’ascolto dei loro dischi vecchi.
    Lui dice che io sbaglio, perchè almeno ogni tanto dovrei leggere il vecchio Fiodor invece del giovane David che va a visitare la fiera del porno.
    Lui dice che io sbaglio, e mi sa che ha ragione. Anche se poi lui è uno che pensa(va) che la vita del blogger fosse fatta di soli fiorellini.

    [Post scritto in congiunzione astrale – ma non carnale – con Eiochemipensavo]