< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • April 2007
    M T W T F S S
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    13/04/2007

    Constatazione non amichevole

    Filed under: — JE6 @ 10:46

    Giuro che la prima 500 che mi trovo davanti e che mi accende un emoticon, ecco, giuro che la tampono.
    Repubblica.it

    PS – Ero indeciso sul titolo del post: il primo partorito era “Parla nel traffico e dice cazzate”, ma siamo ancora in fascia protetta.

    Chi conta e chi no

    Filed under: — JE6 @ 10:19

    Uno si rende conto della propria irrilevanza sociale confrontando il numero di telefonate di auguri ricevute per il proprio compleanno con quello delle telefonate ricevute dalla moglie [1], [2].
    [1] D’altra parte, lei vale il 51%. La persona corta il 48%. Quindi.
    [2] Però a lei mica hanno dedicato un blog di auguri, cicca cicca.

    Grosso guaio (a Chinatown)?

    Filed under: — JE6 @ 07:24

    Io, più che delle microcittà etnicamente omogenee e scarsamente comunicanti l’una con l’altra che compongono le metropoli moderne, mi preoccuperei della nostra cronica incapacità di far sentire come giuste e di far rispettare a tutti le norme di base della convivenza civile secondo i canoni della cultura occidentale – sapete, quelle cose banali come non parcheggiare in doppia fila, rilasciare lo scontrino, pagare il biglietto del treno o della metropolitana.