< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • May 2007
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    28/05/2007

    Collegamenti

    Filed under: — JE6 @ 12:02

    In sintesi, il problema di questo nuovo, anzi obsoleto, Partito democratico non è quello di essere composto da vecchi o di non dare spazio ai giovani, ma quello di nascere con una piattaforma politico-ideale vecchia – e mi sa che le due cose siano collegate.
    Christian Rocca spiega perchè l’appello è una sciocchezza e perchè lui non lo firmerà. A me sembra che fornisca alcune buone ragioni per farlo (a meno che il suo pezzo non si chiuda con un refuso).

    In domo sua

    Filed under: — JE6 @ 11:41

    Titti Pinna è stato liberato.
    Repubblica.it

    Piove sui giusti e sugli ingiusti

    Filed under: — JE6 @ 10:35

    Mentre gli scatoloni e le ante degli armadi e i sacchi si spostano da un palazzo all’altro, il cielo assume il colore degli scarti di lavorazione della ghisa. E piove. Tanto.
    [Siccome il Dottor Attentialcane non fa parte della lista dei miei peggiori nemici, gli auguro di cuore di non dover patire anche lo sberleffo metereologico]