< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • November 2007
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    24/11/2007

    Buone notizie – Reprise

    Filed under: — JE6 @ 21:03

    Mi preme fare un veloce chiarimento sul post dell’altroieri [1]: una buona notizia non cancella la cattiva notizia che l’ha preceduta, nè la fa diventare meno cattiva: e viceversa. La fine di una guerra [2] è una buona notizia, che non può e non deve cancellare l’orrore e la tristezza della notizia dell’inizio della guerra medesima, ma che non può e non deve essere considerata una buona notizia in minore, o una cattiva notizia ben camuffata.
    [1] A tutti coloro che hanno avuto la cortesia di dire “bene, bravo”: grazie. Ma lo sapete anche voi che tra il dire e il fare, eccetera.
    [2] Nel momento in cui ho scritto questa frase pensavo alla seconda guerra mondiale: il riferimento a quella irachena sarebbe alquanto improprio, se non altro perchè quella guerra non è di sicuro terminata.