< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Bronci
  • Conoscerete la nostra velocità
  • Dormi, dormi
  • Mare mosso senza onde
  • Uno dei giorni
  • “Al Corvetto”
  • Dare casa alle cose
  • Il criterio mancante
  • La vita degli altri
  • Grandi Progetti
  • January 2008
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    14/01/2008

    Kafkiade

    Filed under: — JE6 @ 18:29

    Siccome non si vuole far mancare nulla, il titolare qui oggi ha affrontato l’ufficio del Comune di Milano addetto alle pratiche relative alla tassa sui rifiuti.

    [Dopo 115 minuti di attesa]
    OTR: Buongiorno, dica
    SS: Buongiorno, devo fare una pratica di rimborso per doppia occupazione
    OTR: Va bene, mi fornisca i dati
    SS: [Fornisce i dati, seguendo pedissequamente le istruzioni ricevute a casa]
    OTR: Ma questa signora (indica il nome della moglie di SS) chi è?
    SS: Mia moglie
    OTR: Hmm (Si alza, va da un collega, si fa fare uno stato di famiglia a uso interno. Verifica la veridicità delle affermazioni di SS)
    OTR: (armeggia per cinque minuti, facendo calcoli manuali)
    OTR: Allora, lei ci deve questa cifra
    SS: (con il respiro alterato) Scusi, cosa vuol dire che vi devo questa cifra? Io ho pagato due bimestri in più di quel che dovevo, siete voi che me li dovete ridare
    OTR: Beh, i conteggi dicono questo
    SS: A dire il vero, a me pare che i conteggi dicano altro, se lei legge bene le diciture
    OTR: Ma lei ha già pagato i due bimestri?
    SS: (in affanno) Ma certo che sì. Scusi, ma non può controllare?
    OTR: Qui non possiamo vedere i pagamenti
    SS: Eh?
    OTR: Quelli si vedono all’Esattoria
    SS: E quindi?
    OTR: Quindi lei va in Esattoria con le ricevute dei versamenti e con i miei calcoli, e loro le ridanno i soldi
    SS: Capisco. Senta, e quando potrei farlo?
    OTR: Eh, ci sono dei tempi tecnici
    SS: E quali sono?
    OTR: Beh, almeno sei mesi
    SS: …
    SS: Capisco. Arrivederci

    OTR: Arrivederci