< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • January 2008
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    26/01/2008

    Cose più importanti

    Filed under: — JE6 @ 17:49

    Immagino che oggi ci sarebbero molte altre cose molto più importanti, di cui parlare: la crisi di governo, il Corriere che pubblica immagini senza attribuirle, Denise Karbon. E’ che oggi è il compleanno di mio padre, e nel modo casuale che gli è proprio ha finito per farmi scoprire pezzi del suo passato che non conoscevo – di quando stava a Gorizia e con il binocolo vedeva i cannoni di Tito puntati in direzione ostinata e contraria; e quando ha finito di strappare la carta del regalo si è trovato a dover timidamente spiegare alla nipote che il libro che aveva in mano, la storia della Moto Guzzi, per lui era importante perchè su quella motocicletta aveva passato parecchi anni della sua vita tra servizi di scorta, entrate in parata a Trieste, gare di enduro, assideramenti nell’inverno belga e cadute rovinose – e ad un certo punto ha alzato gli occhi verso mia moglie e le ha detto “sai, significa ritornare indietro di cinquant’anni”.
    Insomma, so che – appunto – oggi ci sarebbero molte altre cose molto più importanti, di cui parlare. Però, se non vi dispiace, rimandiamo a domani.