< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • June 2008
    M T W T F S S
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    24/06/2008

    Lumicino

    Filed under: — JE6 @ 12:56

    “Mal comune mezzo gaudio” è notoriamente una sciocchezza; però ammetto che riceverei una certa qual consolazione dal sapere che anche qualcuno tra voi si sente un po’ al lumicino, e già al lunedì sera avverte la stanchezza tipica del giovedì – quando una settimana si è quasi del tutto accumulata ma c’è ancora un venerdì da passare -, e pensa di avere troppo lavoro o forse troppo lavoro che non è sicuro di sapere o poter fare come dovrebbe e come gli altri si aspettano, e magari queste cose se le porta dietro anche quando nè vorrebbe nè dovrebbe.

    Il profumo

    Filed under: — JE6 @ 08:25

    Per motivi imperscrutabili, nel mio armadietto si sono trovati affiancati un dopobarba dall’inquietante marchio “David Beckham” e un flacone di Aqua Velva Williams. Chi mi conosce non farà fatica a immaginare cos’ho usato.