< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Libri
  • Broncio
  • Kefiah
  • Trattato di pace
  • La benda
  • Fiscal Chernobyl
  • I cimiteri di Trieste
  • Dentro Chernobyl
  • Le cose importanti
  • Poi si mette lo zinco nell’acido diluito (venticinque aprile)
  • January 2009
    M T W T F S S
    « Dec   Feb »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    26/01/2009

    Tra le carte

    Filed under: — JE6 @ 00:01

    Qualche giorno fa ero a casa dei miei genitori, insieme alla Persona Corta. Cercavo delle vecchie carte, la tessera dell’InterRail fatto nel 1986, fotografie, cose così. Le ho trovate annegate in mezzo ad altre carte ben più vecchie, alcune di cinquanta e altre di sessanta e più anni fa; carte di mio padre, che ci siamo messi a sfogliare con un sorriso a volte intenerito e a volte incredulo (“Nonno, ma tu facevi le gare in motocicletta? Davvero?”). Ho raccolto le mie cianfrusaglie, ho riordinato quelle di mio padre, e ce ne siamo tornati a casa. Oggi il mio vecchio – come direbbe il figlio di Tex Willer – compie 79 anni portati splendidamente: è l’uomo modesto e semplice che io ho sempre conosciuto, nei confronti del quale ho mille debiti che non potrò mai saldare, e questo è un piccolo, pudico, pubblico omaggio per lui. Auguri, papà.