< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • March 2009
    M T W T F S S
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    13/03/2009

    Master and commander

    Filed under: — JE6 @ 13:26

    La scarsa stima che nutro nei confronti di quasi tutti gli accrocchi “social” mi stava portando a dar ragione al Michele Serra che per l’ennesima volta scrive peste e corna del tutto-e-contrario-di-tutto che riempie (anzi: è) il web. Poi ho riletto, e lo sconforto che mi ha preso nel leggere una sciocchezza come Bisognerebbe essere padroni del proprio passato – come se si potesse, come se ciò che si è fatto e ciò che si è stati non fosse andato a far parte delle vite altrui, come se la nostra vita fosse davvero solo nostra – mi ha quasi indotto ad aprire, chessò, un gruppo su Facebook, o una room di Friendfeed. Sono solo troppo pigro per farlo.
    Wittgenstein