< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • March 2009
    M T W T F S S
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    31/03/2009

    Semplice curiosità

    Filed under: — JE6 @ 21:09

    Cos’ha più di me, sentiamo.
    Eh?
    Ho detto: cos’ha più di me, sentiamo.
    Ho capito, ma vorrei sapere di cosa stai parlando.
    A parte che sarebbe di “chi”, cerca di non fare il furbo, che hai capito benissimo.
    Ommadonna, ti prego. Davvero, sono stanco.
    E io invece sono un fiorellino. Allora?
    Ma allora cosa.
    Cos’ha più di me? Non venire a dirmi che è bella.
    Ma la bellezza è un concetto relativo, dai.
    Non dire cazzate, una bella è bella e poche palle.
    Ma no, scusa. E poi, mica è solo questione di quanto una ha le tette grosse o che so io.
    Ah no? E di cos’altro?
    Ma tutto l’insieme.
    Quindi? Il culo, la bocca, la coscia lunga? Tutta roba che io ho, vorrei farti notare. Ed è tutto a posto.
    Ma lo so. Però parlavo della persona, non solo del fisico.
    Quindi?
    Eh?
    No, dico: quindi? E’ più simpatica di me? E’ più intelligente di me? Ci parli dei massimi sistemi?

    Non rispondi.
    No, in effetti non so cosa rispondere.
    Io non capisco, guarda.
    Cosa?
    Cos’avete per la testa voi uomini. Una volta, se una era figa voi ci cascavate. Era tutto semplice, le fighe si divertivano e le racchie se lo prendevano in saccoccia.

    Adesso invece tirate fuori queste cazzate della personalità, del dialogo, della simpatia, dell’intelligenza, come se voleste portare una donna a fare il giro del museo della scienza e della tecnica.

    Non parli? Ecco, meglio. Perchè davvero, chi vi capisce è bravo.
    Ma scusa, se corriamo dietro ad un bel culo siamo dei beoti con la terza gamba al posto del cervello; se corriamo dietro ad una bella testa siamo degli effeminati tutti cipria e David Beckham; non va mai bene niente, cazzo.
    Esatto. Fate sempre le cose al momento sbagliato.

    Dì qualcosa, non stare lì come un ebete.
    Eh.
    Eh.
    Ma senti: io e te stiamo insieme, per caso?
    No, e allora?
    No, nulla. Semplice curiosità.

    Potenza della tv

    Filed under: — JE6 @ 07:07

    Con gravissimo ritardo vengo informato del fatto che il Principe Emanuele Filiberto di Savoia – spero di aver messo tutte le maiuscole del caso – ha vinto una competizione di danze televisive. Cancellando dalla mente, seppure a fatica, bucoliche immagini del Principe impegnato nel volteggiare nel bel mezzo di un’aia campestre, prendo atto che il nostro paese ha definitivamente abbandonato ogni velleità di ritorno della monarchia.