< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Gli uni agli altri
  • Il giorno dopo Ferragosto
  • Tuta blu
  • Telefonami tra vent’anni
  • Pausa pranzo
  • Le cose, passano?
  • Accumuli
  • Da fuori, standoci dentro
  • Grazie
  • Compagni
  • April 2009
    M T W T F S S
    « Mar   May »
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    09/04/2009

    A futura memoria (o del “sarebbe meglio andarci più cauti”)

    Filed under: — JE6 @ 12:11

    “Un uomo non lascia la carriera, la politica, il potere per la famiglia. Non è possibile. Ci dev’essere dell’altro. È una scusa. Saranno i sondaggi. Sarà il partito che lo boicotta. Sarà la paura di perdere. Invece no. È Edoardo. Non ci credete? Poveri voi. Poveracci, proprio. Non avete capito niente della vita.
    Concita De Gregorio, con ammirevole senso della misura, riferendosi a Sergio Cofferati.
    partitodemocratico.it

    3 Responses to “A futura memoria (o del “sarebbe meglio andarci più cauti”)”

    1. “un eroe della modernità” « lo scorfano Says:

      […] di lo scorfano Recupero (via squonk) un bell’articolo di Concita De Gregorio, direttore dell’Unità, che mi ricordavo di […]

    2. marrin Says:

      Scusatemi…ma da una che si è prestata alla trovata di walter weltroni che per metterla là fece fuori niente meno che Antonio Padellaro (e l’Unità, appena da lui resuscitata!) voi cosa vi sareste aspettati? Dunque non mi ha shoccato davvero questa cosa;
      Sergio, del resto, era ormai ben oltre lo stato d’assedio, da girare scortato,in guerra (non in guerriglia!) con la sua (ex)maggioranza! Piuttosto era stato lui, nonostante le sue indubitate qualità, l’ingenuo, dopo aver lasciato la Cgil nel 2004 ad infilarsi nella polveriera di quella città che non era, e non è la sua città.
      Concita! per compensare le non dimissioni di Sergio Cofferati, presentale TU, il tuo Patròn le ha già presentate da 2 mesi, e vai tu a candidarti Sindaco a Bologna (6 capace di tutto!), o in alternativa, ad assistere il bambino di Sergio quando lui andrà al Parlamento di Strasburgo! Fà i fatti, le parole non ti sono riuscite bene!

    3. DestraLab » Fare il furbo Says:

      […] abbandonato il capitolo “affari di famiglia” (nonostante qualcuno non abbia pensato per niente di andarci cauto), aspettiamo con ansia e prima del 6-7 di giugno 2009, le dimissioni anticipate, almeno tra i […]

    Leave a Reply