< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • June 2009
    M T W T F S S
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    05/06/2009

    Hai visto mai

    Filed under: — JE6 @ 08:47

    Per quel che conta, andrò a votare. Rispetto chi non lo farà per scelta, rispetto un po’ meno chi non lo farà per pigrizia e/o disinteresse. Voterò PD. Lo ammetto, con scarso entusiasmo: ma l’entusiasmo è merce rara, ancora di più in politica, e insomma ci sta che si entri nella cabina senza il sorriso sulle labbra. Voterò PD nella consapevolezza che questo significa sostenere una dirigenza screditata, affaticata e disorientata. Voterò PD perché continuo a trovarvi un “livello minimo di corrispondenza” con le mie idee, e ci sono dei periodi nei quali ci si può accontentare – anche del minimo. Voterò PD “per”, e voterò PD anche “contro”. Voterò PD perchè hai visto mai.

    Look and feel

    Filed under: — JE6 @ 07:58

    [Si parla di blog, ripassate in un altro momento]
    Io voglio bene al mio template. Gli voglio  bene perché stiamo insieme da tanto tempo, sono ormai sei anni, e non mi ha ancora stufato. Gli voglio bene perché me lo hanno regalato. Gli voglio  bene perché ritrae la Poetry Room della City Lights di San Francisco, che è uno di quei posti che uno si sente fortunato ad esserci stato. Gli voglio bene perché “look and feel” non è soltanto un’espressione di noi-che-abbiamo-fatto-marketing-e-comunicazione. Il mio template è come quei jeans scoloriti, ai quali si è così affezionati da non riuscire nemmeno a immaginare di poterne fare a meno. Nel tempo si era un po’ ammaccato, si era persa un’immagine, e un banner, e il blogroll non si poteva più aggiornare, e i lettori – diventando anziani – si lamentavano per i caratteri troppo piccoli, cose così. Adesso, con qualche cerotto e una mano di vernice, si è rimesso in forma: fuori moda, come il blog; ed è anche per quello che gli voglio bene, e che lo tengo stretto.
    [Il tutto per dire che quest’omino qui ha buttato via un po’ di sue ore di sonno per metterci sopra le mani, e lo ha fatto non so bene per quale motivo, perchè ci siamo incontrati una volta sola e per pochi minuti, e me lo ha fatto come regalo, e questo post è un modo per dirgli grazie – come lo dico a tutti coloro che in questi sei anni e passa hanno regalato del tempo alla mia incompetenza tecnica, Luca, Andrea, Max, Aurora; e Giorgio, appunto]