< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • July 2009
    M T W T F S S
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    29/07/2009

    Come i tre moschettieri, che ti vien voglia che arrivi un quarto

    Filed under: — JE6 @ 09:48

    Se dovessi dire perché mi sono incaponito a leggere le tre mozioni dei candidati alla segreteria del PD, non credo che sarei in grado di dare una spiegazione valida. Comunque, l’ho fatto: uscendone inopinatamente vivo. I politologi di professione e quella decina di wannabe spin doctor che probabilmente di tanto in tanto capita anche a voi di leggere saranno certamente in grado di evidenziare le profonde differenze che rendono l’una preferibile all’altra e viceversa: per quanto mi riguarda, al netto dei giudizi sulle diverse prose, al termine del periglioso tragitto lungo l’ottantina di pagine che dovrebbero rappresentare la summa della progettualità democratica mi sono sentito risucchiare dal più bieco gorgo demagogico e mi sono detto “beh, letta una, lette tutte”. E in effetti: merito, fiducia, inclusività, redistribuzione del reddito, spazio alle donne, Europa, green economy. Non che mi aspettassi nulla di diverso, intendiamoci. Poi, per non farmi mancare nulla, mi sono fatto un giro su YouDem, ho sentito Pippo Civati dire “sono totalmente d’accordo con quasi tutto quanto è stato appena detto da Pierluigi”, sono passato su RED e ho visto Zingaretti pappa-e-ciccia con Vendola, alla fine mi sono fatto persuaso che avevo molto probabilmente buttato via qualche ora del mio (non così prezioso) tempo, ho girato sul 118 di Sky e mi sono guardato una bella puntata di “Malattie imbarazzanti”.

    Leave a Reply