< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • September 2009
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    21/09/2009

    DJ Adri

    Filed under: — JE6 @ 14:44

    Io me la vedo questa scena di Galliani che si mette in testa la cuffia da DJ e fa partire “la musichetta della Champions” e i bolsi plurimilionari a strisce rosse e nere diventano undici dieghiarmandimaradona, un po’ come i Galli di Asterix quando tracannano la bevanda magica del druido, me la vedo sì (mioddio, a cosa porta l’aver perso completamente ogni senso del ridicolo).
    Repubblica.it

    2 Responses to “DJ Adri”

    1. farfintadiesseresani Says:

      Suvvia Sir, non ci privi anche di queste briciole di patetico epos. E’ tutto quel che ci è rimasto, a occhio e croce.

    2. Anonymous Says:

      Non so perché, ma la scena si sovrappone (con un certo orrore) a quella delle cuffiette de “Il tempo delle mele”… ma probabilmente è solo perché non sto bene… 🙂

    Leave a Reply