< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Fortza Paris
  • One World

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Trasporti speciali
  • Cosa leggi
  • Cold case
  • Ti voleva bene
  • Un modo di stare al mondo
  • Prova a spiegarmelo
  • Destinazione paradiso
  • Cos’abbiamo da guardare
  • Fonzie reloaded
  • E invece
  • November 2006
    M T W T F S S
    « Oct   Dec »
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    16/11/2006

    Padania rossa

    Filed under: — Sir Squonk @ 14:03

    Qualche anno fa, Massimo D’Alema parlò della Lega come di una forza popolare, e in quanto tale certamente vicina alla sinistra.
    Ora, cosa diavolo dovevano fare Bossi e i suoi per convincere i DS della totale infondatezza di quel giudizio, più di quello che hanno davvero fatto? La situazione è davvero così disperata?
    Corriere.it

    Come si cambia

    Filed under: — Sir Squonk @ 13:16

    Immagino che lo Stefano Rodotà che ha scritto questa illuminante articolessa sulla necessità della realizzazione “dal basso” di una Carta dei Diritti di Internet sia semplicemente un omonimo dello Stefano Rodotà che ha imposto “dall’alto” ai cittadini e alle aziende di questo paese la più stupida e inutile legge sulla privacy del mondo occidentale.
    Repubblica.it (via Mantellini)