< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Fortza Paris
  • One World

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Cold case
  • Ti voleva bene
  • Un modo di stare al mondo
  • Prova a spiegarmelo
  • Destinazione paradiso
  • Cos’abbiamo da guardare
  • Fonzie reloaded
  • E invece
  • Il lusso degli altri
  • E però, il leggere
  • July 2009
    M T W T F S S
    « Jun   Aug »
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    10/7/2009

    Ambulanza e camicia bianca

    Filed under: — Sir Squonk @ 15:50

    Un giorno qualche anima pia si dedicherà alla stesura del dizionario italiano-sommelier/sommelier-italiano, per consentire a noi comuni mortali di sapere cosa cazzo intendono questi pericolosi fanatici che affollano le enoteche farfugliando frasi come “propenderei per un rosso strutturato“, “per la costata ci vuole meno tannino“, “questo blend è troppo astringente per la carne rossa” fino al per me sovrannaturale “le consiglio questa bollicina, caratterizzata da un lungo riposo sui lieviti” – roba che quando serve un’ambulanza della neuro non la si trova mai, che vergogna.

    Tutto serve, immagino e spero

    Filed under: — Sir Squonk @ 09:26

    Io pensavo che scrivere un programma elettorale di 285 pagine fosse un record imbattibile, poi mi sono iscritto a questa room di Friendfeed ed ho capito che mi sbagliavo.
    [Scherzi a parte, al di là delle perplessità e dei pregiudizi che il titolare qui ha da sempre nei confronti delle “cose dal basso”, è che al titolare medesimo davvero non verrebbe mai in mente di mettere tra i punti di un programma elettorale la contrattazione di secondo livello, l’educazione sessuale nelle scuole, Malpensa vs. Fiumicino, i prodotti ogm nei supermercati, l’amnistia sugli anni di piombo, eccetera. Però tutto serve, immagino e spero]
    Friendfeed