< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Fortza Paris
  • One World

  • Download

    Greetings from (pdf)
    My Own Private Milano (pdf)
    On The Blog (pdf)
    Cinque birilli (pdf)

    Post sotto l'Albero
    ---------------------------
    2003
    2004
    2005
    2006
    2007
    2008
    2009
    2009 (ePub)
    2009 (mobi)
    2010
    2010 (iPad)
    2010 (ePub)
    2010 (mobi)
    2010 (mobi indexed)

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le previsioni danno pioggia
  • La mamma, i sapienti, la sineddoche e il metodo Report
  • Elettori, tesserati, militanti (ma amici mai)
  • Nel lungo periodo
  • Dove troviamo binari
  • (Grosso e) Rosso
  • Prendi parti e non torni più
  • Te lo ricordi Charlie?
  • “Sì, capisco”
  • Pane al pane
  • Il passato è in bianco e nero
  • Buoni motivi
  • A shallow meaningless party
  • L’anno della marmotta
  • In nome della legge
  • Allora è così
  • Abiti e matite
  • Mutandine rosse
  • In fondo, senza troppi lividi
  • Parola dell’attore
  • Canta Appress’ A Nuie
  • Com’è il buio
  • L’anno che è arrivato
  • Crazy Horse, tipo
  • Tra parentesi
  • Mi fa grigie queste ore
  • Un lavoro fatto bene
  • Did it need to be so high?
  • Le cose che siamo, Business Edition
  • I morti della marmotta
  • Una firma qui, per cortesia
  • ll mare d’autunno
  • Vedere com’è essere qui
  • Altro da aggiungere non vi è
  • E’ possibile
  • Daysleeper
  • Abbi Fedez
  • Have a little faith in you
  • Nel preciso istante
  • In serie
  • March 2015
    M T W T F S S
    « Feb    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    28/11/2006

    Saluti da Chioggia – 1. Il panorama

    Filed under: — Sir Squonk @ 22:00

    I sessanta chilometri che dividono Mogliano Veneto da Chioggia sono il ritratto dell’Italia. Ville magnifiche, di una pulizia delle linee e di un gusto che lasciano basiti. Mobilifici. Pizzerie. Da Betto, da Toni. Ciminiere. La laguna, i canali, mucche al pascolo ai lati della Romea. Mentre scende la luce nel grigio di novembre, si vedono le luminarie dei Tir – CB Stefano – attraversare la pianura. L’entrata a Chioggia è di una bellezza che mette quasi malinconia, con l’acqua a destra e a sinistra. Le gru del porto. Sessanta chilometri.

    Leave a Reply