< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Conoscerete la nostra velocità
  • Dormi, dormi
  • Mare mosso senza onde
  • Uno dei giorni
  • “Al Corvetto”
  • Dare casa alle cose
  • Il criterio mancante
  • La vita degli altri
  • Grandi Progetti
  • Cinquanta
  • December 2004
    M T W T F S S
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    18/12/2004

    Bravi, ragazzi

    Filed under: — JE6 @ 14:50

    Dimenticando un briciolo di umana invidia, devo dire che sono contento di conoscere certe persone. E sono orgoglioso di loro, di quello che fanno, di come lo fanno.

    2 Responses to “Bravi, ragazzi”

    1. carlo Says:

      caro sms, lei mi fa arrossire e poi mi ha certamente scambiato per qualcun altro (quindi mi fa arrossire a vuoto).

    2. marco Says:

      Caro sms, con parole così grosse (l’orgoglio, mannaggia) lei ci impedisce non un ringraziamento ma finanche una replica, anche perchè l’understatement l’ha già usato Carlo, il maledetto.
      O forse è tutta colpa dei mottarelli a tarda notte non accompagnati dal prosciutto di capriolo. La prossima volta, mi dia retta, la apparecchi quella tavola.

    Leave a Reply