< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • February 2005
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    01/02/2005

    Del cosa e del come

    Filed under: — JE6 @ 12:07

    “Credo che scrivere d’amore in maniera verosimile e coinvolgente sia un’operazione altamente culturale” (Maria Venturi, autrice di “Orgoglio”, fiction in onda su RaiUno da giovedì prossimo).
    Io non so cosa sia una “operazione culturale”: immagino che si intenda “operazione con la quale si fa cultura”, e qui mi fermo, perchè “fare cultura” è un’espressione ormai svuotata di ogni significato.
    So però che “scrivere d’amore in maniera verosimile e coinvolgente” è una cosa difficilissima, e ancora una volta il discrimine non sta nel “cosa”, ma nel “come”: voglio dire, tra Liala e Garcìa Marquez c’è e ci sarà sempre una bella differenza.
    Repubblica.it, Internetbookshop

    Leave a Reply