< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • February 2005
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    26/02/2005

    Re: what subject?

    Filed under: — JE6 @ 22:08

    Saper dare un titolo è un dono di natura. C’è chi lo sa fare e chi no. C’è anche chi lo sa fare così così, e in effetti quest’ultima categoria comprende la maggioranza.
    Non parlo solo di titoli di libri, articoli di giornali, post di blog.
    Parlo di una cosa molto più comune. E-mail. Quante ne scrivete, ogni giorno? Io non tengo il conto, ma sono parecchie decine. Va tutto bene quando devo rispondere. Clicco su “Reply” e poi inizio a scrivere. Via, liscio come l’olio.
    Ma mi capita pure di dover prendere l’iniziativa; e allora, eccola lì la finestrella bianca, la subject line. Oddio. Perchè insomma, il vero incipit sta proprio lì, in quelle cinque parole che non fanno parte del testo, eppure lo devono spiegare tutto, dare il tono, far venire voglia di leggere ciò che segue.
    Vado a guardare la Sent mail del mio account Gmail. Martedì. Un quarto. Sabotaggio. Sovversivo. Silenzio. Mi dovrei ricordare più spesso che esiste una cosa chiamata Echelon, se continuo così mi prenderanno per il socio italiano di Al Zarqawi.