< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • February 2007
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    10/02/2007

    Greetings from Paris – 3. Where do we go from here

    Filed under: — JE6 @ 17:06

    A pochi passi dalla chiesa di Saint Eustache, quella dove e’ sepolto Colbert, vedo un bigliettino giallo per terra, inumidito da una pozzanghera che si sta ritraendo. Mi fermo e mi chino, e leggo di un volo Larnaca-Londra; mi metto a fantasticare sulla persona che lo ha perso, o che lo ha volutamente gettato qui: sara’ arrivato a Londra, poi? Cosa ci stava andando a fare? E perche’ il tagliando della sua carta d’imbarco sta qui – e non, per dire, al Charles de Gaulle? Resto un po’ a divagare, poi vengo risvegliato da un sordo rumore metallico: la partita di bocce, qui a fianco, sta entrando nel vivo.

    2 Responses to “Greetings from Paris – 3. Where do we go from here”

    1. filippo_mauro Says:

      da 2 mesi è nato il primo ed unico programma di satira del web “Non Rassegnata Stampa”
      ciao Filippo e Mauro
      http://www.nonrassegnatastampa.it

    2. chiunQue Says:

      Oh bella. Anzitutto è contrario ad ogni deontologia professionale il venir meno in modo così spudorato al tuo dovere di cronista: quanto cazzo è finita la partita di bocce?

      E ancora: ha vinto il vecchietto di Rue Cassis, o quel presuntuoso ex impiegato dell’arrondissement,là (manco il nome mi ricordo)?

      Ultima domanda, poi torno nel buio: Larnaca è tipo Cipro, uh? (azzardo, per continuare il gioco fantastico: e se non esistessero voli diretti Larnaca-Londra? Se fosse un biglietto proveniente dal futuro? Hai controllato la data?).

      Cià.
      Q

    Leave a Reply