< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • April 2007
    M T W T F S S
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    20/04/2007

    Tanto vale evitare la fatica

    Filed under: — JE6 @ 14:37

    Siccome i politologi si vergognano a dirvelo, lo faccio io – e a gratis: di qua faranno il Partito Democratico tra urla, gemiti e stridor di denti; di là il boss si sta già organizzando per scaricare Fini e Bossi: poi cambierà il nome da Forza Italia in Partito della Gnocca, prenderà il 71% e tutti a casa.

    7 Responses to “Tanto vale evitare la fatica”

    1. stark Says:

      ma sì, qui si sopravvaluta tutto, ideologie, partiti e tutto. Da noi la gente vuole l’uomo compagnone che per salutarti ti da’ una strizzata di palle. Anche le donne! (anch’io, fossi una donna, preferirei Berlusconi alla Binetti)

      (che poi, secondo me, quella cosa delle foto di Oggi con le tizie a braccetto gli ha portato una valanga di voti. Per questo non si è lamentato. Propaganda gratis)

    2. Squonk Says:

      [Quello è un tassello della strategia: via i brutti, dentro le gnocche. Poi si fonda il partito, si instaura la dittatura e si cambia l’articolo 1 della Costituzione: l’Italia è un paese fondato sul triangolino dell’amore]

    3. tessera 1 PdG Says:

      W la faiga!

    4. Attentialcane Says:

      ci sarebbe il grandissimo problema delle quote rosa e omo

    5. glider Says:

      cribbio, ogni paio di tette, ogni lembo di natica sarebbe un subliminale sprone all’adesione
      altro che web 2.0 e marketing virale, ah dilettanti!

    6. laflauta Says:

      …….dice che ho un futuro in politica?…

    7. glider Says:

      beh, “vediamo” la stoffa…

    Leave a Reply