< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Gabo, e mio papà
  • “Vero?”
  • Madeleine
  • Scommesse, vent’anni dopo
  • “State andando in un bel posto, credimi”
  • Like father like son
  • A ricevimento fattura
  • Gentilezza
  • Il giusto, il nobile, l’utile
  • Mi chiedevo
  • November 2007
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign

     

    14/11/2007

    L’ufficio del vicino è sempre più verde

    Filed under: — JE6 @ 20:28

    Io vorrei sapere perchè gli uffici di alcuni maggiorenti della blogosfera sono situati in luoghi benedetti dal Signore e il mio invece sta in una zona industriale dell’hinterland milanese, tra un cementificio ed un elettrodotto – c’entrerà mica la classifica di Blogbabel.

    7 Responses to “L’ufficio del vicino è sempre più verde”

    1. vic Says:

      Si consoli: il comprensorio fuori dal raccordo anulare dove sto da un annetto la prima volta che lo cercai su Google Maps sembrava un sito di esperimenti nucleari nel deserto del Nevada. Ora stanno costruendo, col risultato che è tutto un cantiere, fanga per al strada, ruspe in contromano, tir in agguato, gru vorticose.
      Ho la mia bella fabbrica produttrice di scorie tossiche (comitati di quartiere in lotta da decenni) a cento metri dalla mia finestra; poco più in là l’autostrada.

      http://maps.google.it/maps?f=q&hl=it&geocode=&time=&date=&ttype=&ie=UTF8&t=k&om=1&ll=41.932885,12.633955&spn=0.007997,0.016093&z=16

    2. lester Says:

      Le dico solo che la mia azienda (8 persone, due stanze) sta nel retro di un negozio di mobili. Le risparmio i dettagli del panorama.

    3. Effe Says:

      guardi che è tutto finto.
      Sono fondali di scena, opera della Pro Loco per ingannare il turista credulone (senza offesa, eh; qualcuno doveva pur dirlo)

    4. .g Says:

      la classifica di BlogBabel spiegherebbe il mio scantinato.

    5. laflauta Says:

      Io batto tutti. Vista Petrolchimico di Marghera.
      Quando sentiamo le sirene chiudiamo le finestre, sai mai ci sia una fuga sospetta.
      Ehm.

    6. molecole Says:

      La finestra offre un interessante scorcio di sbarre, nebbia e camionisti spagnoli.

    7. Carlo Says:

      E’ che il Mahathma Squonk si occupa di marketing, quindi la sua collocazione mi sembra acconcia.

    Leave a Reply