< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • February 2010
    M T W T F S S
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    05/02/2010

    DJ for one day

    Filed under: — JE6 @ 13:30

    Qui nell’open space ascoltano una di quelle radio a tre lettere e niente, ormai son mesi che ci penso, e sono sicuro di non fare facile demagogia dicendo che se lo schema è “prendi dieci canzoni e falle ascoltare cento volte al giorno” allora il dj lo so fare anch’io (sarebbe bello, finalmente potrei spiegare a mia figlia che lavoro faccio).

    A Milano c’era il mare, c’è ancora adesso in via Spadari (reprise)

    Filed under: — JE6 @ 12:16

    Se non ci fossimo noi milanesi, Milano sarebbe – ancora – una città magnifica.
    [Cose delle quali ti rendi conto quando un’amica che si è trasferita da poco sotto la Madunina ti chiede consiglio su come sfruttare una domenica di riposo, e tu quel consiglio glielo dai e per un momento ti trovi a invidiarla]

    La slavina delle pochezze

    Filed under: — JE6 @ 08:36

    [Bukovskitsch reprise]
    Ci sono quelle situazioni nelle quali tutti riescono a fare cattiva figura, come se una invisibile slavina li trascinasse nel fondovalle delle loro pochezze; ecco, io il “Porta a porta” di ieri sera – quello di Vespa e Morgan e Meloni e Turco e Mori e non so chi altro – l’ho visto per il tempo di un time-out di Nuggets-Suns, ma ho idea che fosse proprio una di quelle situazioni lì.