< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Dormi, dormi
  • Mare mosso senza onde
  • Uno dei giorni
  • “Al Corvetto”
  • Dare casa alle cose
  • Il criterio mancante
  • La vita degli altri
  • Grandi Progetti
  • Cinquanta
  • Beau geste
  • May 2010
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    14/05/2010

    Come il vino

    Filed under: — JE6 @ 22:02

    Mi siedo sulla sedia di plastica che riempie metà del balcone della stanza di albergo. Guardo le colline. Sono già stato in questo posto; so che è bello, so che lo sembra. Il verde, le curve dolci, le rocche, le nuvole bianchissime contro il cielo azzurro. E’ che la bellezza sta negli occhi di chi guarda, e adesso mi sembra di vedere un racconto di Stephen King prendere forma; è come se la natura fosse un nostro specchio, o peggio ancora assorbisse i lineamenti degli avventori del bar che sta a fianco della Gina, come fa il vino che si porta dietro e dentro gli aromi della terra dove cresce la vita. Mi pare di vedere una specie di disperazione cattiva e un sentore di morte lontano ma definito. Guardo le ore, mi alzo, sta per iniziare un’altra lunga giornata in mezzo alle dolci colline romagnole.

    Leave a Reply