< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Per saperne di più
  • All’inizio del mondo
  • “What’s up, fellas”
  • Bronci
  • Conoscerete la nostra velocità
  • Dormi, dormi
  • Mare mosso senza onde
  • Uno dei giorni
  • “Al Corvetto”
  • Dare casa alle cose
  • August 2006
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    02/08/2006

    Un nome è per sempre

    Filed under: — JE6 @ 16:57

    L’altra sera, il 51% della famiglia adulta mi raccontava del florilegio di nomi bizzarri dati ai figli dei suoi colleghi (non parlo di persone corte perchè in alcuni casi le vittime sono ormai adolescenti): Jonathan, Vijay e cose del genere. Mi stavo facendo persuaso che una generazione di infelici si stava preparando per la Grande Vendetta, ma poi ho letto che i genitori italiani non sono ancora completamente sciroccati, e che Francesco, Alessandro, Andrea, Davide e Marco vanno ancora per la maggiore, come Giulia, Chiara, Sara e Francesca. Il declino del mondo occidentale è rapido e irrefrenabile, ma un po’ meno di quanto credessi.
    Corriere.it

    5 Responses to “Un nome è per sempre”

    1. .g Says:

      Grazie al cielo non toccano i nomi che interessano a me, sarebbe l’orrore.

    2. utenteomonimo Says:

      L’altra sera, mentre il 51% della famiglia adulta mi raccontava del florilegio di nomi bizzarri dati ai figli dei suoi colleghi e mi stavo facendo persuaso (ma non è che leggo troppo Camilleri?) che una Generazione di Infelici (le maiuscole….) si stava preparando per la Grande Vendetta (…. Signora Mia), ho improvvisamente realizzato che io ho sublimato questo irrefrenabile e risibile Impeto per l’Originalità (Squonk und Drang) scegliendo un nickname per il blog.
      In attesa del rapido e irrefrenabile declino del mondo occidentale, vogliate comunque gradirne l’incipit: “Un mattino, al risveglio da commenti inquieti, si trovò trasformato in un enorme inetto”

    3. Squonk Says:

      Un giorno la citerò per diffamazione, lo sappia.

    4. ilaLuna84 Says:

      Io penso che molti genitori, al momento di scegliere il nome per il proprio figlio, dimentichino di pensare alle conseguenze. E per “conseguenze” intendo: soprannomi impronunciabili, prese in giro dei compagni, ecc ecc.

      Viva la semplicità, dico io!

    5. severine Says:

      C’è da dire che Sara è sempre un nome di tutto rispetto.

    Leave a Reply