< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Sembra
  • Altre pandemie
  • Che esiste una cosa come la cruda, incontaminata, immotivata gentilezza
  • Gli altri siamo noi
  • Divieto di accesso
  • O. e le sue sorelle
  • 1,47
  • Un po’ di meno e un po’ di più
  • My own private Ukraine (qualche tempo dopo)
  • Carezze
  • November 2022
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    10/11/2022

    Sembra

    Filed under: — JE6 @ 12:01

    E’ uno di quei periodi nei quali tutto sembra ripetersi. “Tutto”, ovviamente, significa molte cose. O semplicemente alcune, che però sembrano più importanti di altre. Faccende di lavoro, decisioni del governo, l’inizio della stagione dei 76ers. Quindi è un “tutto” mio, personale. Può essere che parti di quel “tutto” siano comuni, condivise con altre persone, come succede nei condomini: e allora, proprio come succede nelle assemblee ordinarie e straordinarie, provi a fare gruppo con qualcuno per farti forza e non sentirti solo. Dopo, è tutta una faccenda di millesimi.

    Comunque.

    Il punto è che “sembra”. Perché invece non è mai così, c’è sempre almeno un piccolo dettaglio che rende le situazioni diverse, che non fa chiudere il cerchio riportandoti esattamente al punto di partenza. Uno scalino che non puoi, non vuoi, non riesci a risalire o ridiscendere. La pandemia? Forse. Una persona, una sola, che ieri c’era e oggi non c’è più? Forse. Un ufficio diverso? Forse. Il presidente americano? Forse.

    Sembra.

    4 Responses to “Sembra”

    1. camu Says:

      Da due anni e mezzo lavoro da casa, e l’elenco quotidiano delle azioni che compio è diventato molto più ripetitivo di prima. Non c’è più il treno che ha un guasto e ci costringe a scendere e camminare verso la stazione a piedi mentre nevica. Non c’è più il collega rompiscatole che si ferma a parlare dei suoi ultimi acquisti su Amazon di cui non m’importa nulla. Non c’è più la segretaria svampita all’ingresso dell’ufficio che si veste in maniera provocatoria con buona pace del resto dei dipendenti. C’è solo il gatto, che ogni mattina alle 10 viene a mettersi sulla scrivania vicino a me, proprio di fronte allo schermo, e mi scruta impertinente mentre cerco di lavorare. In tanti stiamo cadendo in questa routine quotidiana, e non so se sia una cosa buona o no.

      A proposito di routine, ma la raccolta del post sotto l’albero quest’anno si fa?

    2. JE6 Says:

      [Non viene fatta dal 2010, direi che definirla routine è una leggera forzatura del reale]

    3. camu Says:

      Beh si, lo so, era per dire “la riprendiamo questa routine, che ci manca un po’?” 😉

    4. Roberto Says:

      Sai…Il Blog del 2013..ha raccontato una storia di vita e d amore che ha avuto apice con Dèstiny il 09 Dicembre 2016…
      Gli eventi che hanno segnato quell’anno…
      Ho operazione Barcellona pochi giorni Ferragosto…
      La caduta ponte Morandi a Genova ..
      Inizio pandemia COVID fine Novembre/Dicembre 2019 con culmine lockdawn Marzo 2020…
      Sono episodi umani o ricadenti nell’ aspetto di come si guarda la Terra..
      Number and Phoenix sono andati avanti..
      Ma per Number è stato il ritorno del amore per un colpo di fulmine per una donna molto più giovane di Roma….
      Per Phoenix è nata una nuova storia d amore per una Gitana conosciuta a Novembre 2016 in cui ero tranquillo con mia figlia più grande in una specie di bar sorseggiando una certezza Io e un gelato mia figlia…
      La Gitana stava iniziando un separazione con suo marito che tutt’ora continua…
      La cosa strana che la sua vita andava avanti mentre io venivo e andavo da Lampedusa ma i nostri Dèstiny si incrociavano sempre…in mesi e momenti non prevedibili…
      Per Phoenix è iniziata una nuova storia d amore con una Gitana dotata del mio numero non riservato che non racconterò in un blog ma che mi ha spinto a chiedere il divorzio con la mia ex (il capo)…
      I fatti restano gli stessi ma come ti ho detto una volta, preferisco una Storia d amore…

    Leave a Reply