< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • September 2011
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    16/09/2011

    La giostra dei bambini

    Filed under: — JE6 @ 08:55

    La giostra dei bambini gira, vuota, nella piazza sul mare dominata da quella grande sfera di metallo che nessuno nota più. La giostra ha un colore strano nel tramonto afoso, qualcosa che si avvicina a un porpora opaco. In cima, in corrispondenza di ciascun seggiolino, sta un piccolo specchio. Nel movimento rotatorio il mare si riflette e sparisce, per poi tornare e sparire fino a quando la giostra si ferma e il padrone, seduto nel suo bugigattolo a leggere la cronaca locale, decide di spegnere e staccare la corrente. Un uomo si ferma davanti alla piscina rotonda che avvolge la sfera, si toglie gli occhiali da sole e si specchia nell’acqua ferrosa. A pochi metri di distanza due operai finiscono di montare un palco sul quale dopo un paio d’ore si esibirà un cantante di scarsa fama. Sul marciapiede passano ragazzini in costume da bagno, e uomini in bermuda e sandali.

    Leave a Reply