< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • “Al Corvetto”
  • Dare casa alle cose
  • Il criterio mancante
  • La vita degli altri
  • Grandi Progetti
  • Cinquanta
  • Beau geste
  • Running, standing still
  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • February 2009
    M T W T F S S
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    232425262728  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    24/02/2009

    Dai che per ora basta un monolocale

    Filed under: — JE6 @ 13:21

    Nulla da dire sull’intervista che Pippo Civati ha rilasciato a Repubblica: bene, bravo, bis. C’è una sola cosa che non mi convince, ed è questa: “Ho letto che Franceschini e Bersani attaccano chi pretende di far politica coi blog. Pretende? Per la mia generazione è l’unico modo di fare ancora politica. Che dovremmo fare? Andare in sezione? A Milano la sede del Pd non c’è neppure“. Ecco, non sarebbe il caso di farne una?
    Repubblica.it, Ciwati

    [Leggo sul blog di Civati che il nostro non avrebbe mai pronunciato la battuta sulla sede. Non dice però se è davvero convinto che per la sua generazione il web sia davvero l’unico modo di fare politica. Io non credo che lo pensi, ma non è così chiaro. Comunque: bene, bravo, bis]

    3 Responses to “Dai che per ora basta un monolocale”

    1. Antonella Says:

      Cmq Civati dice che la battuta sulla sede del PD non l’ha mai fatta: http://civati.splinder.com/post/19927203#19927203

    2. georg Says:

      mi pare abbia chiarito che non lo è, l’unico modo (tra l’alto civati e monguzzi sono tra i pochi che si sbattono come dannati in brianza, tra circoli, serate, iniziative, sui temi ambientali e di gestione del territorio, al ritmo di un incontro a sera. questo mentre penati organizza le ronde democratiche)

    3. Sir Squonk Says:

      se non bastasse, opporre reale e web è davvero catastrofico per un partito di sinistra. e non sto parlando di blog e di chiacchiere. sto parlando di usare le risorse di rete per facilitare l’organizzazione del lavoro sul territorio, come del resto ha fatto obama e come si comincia a fare anche da noi.
      [Georg]

    Leave a Reply