< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • October 2012
    M T W T F S S
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    02/10/2012

    “Non so cosa mettermi” (l’autunno del commesso viaggiatore)

    Filed under: — JE6 @ 11:10

    E’ un periodo (lunghino, in effetti) che la gente che mi conosce quando mi chiama o mi scrive premette sempre “dove sei adesso? Italia o resto del mondo?”. Io, che in fondo resto sempre un piccolo borghese inadatto, a questa peregrinazione mi ci sono abituato: ma non del tutto. Così stamattina guardavo le previsioni del tempo di Zagabria e poi guardavo fuori dalle vetrate dell’ufficio, e ho pensato questa cosa stupida, che quest’anno, saltando da Colonia a Shanghai a Ljubljana a Roma a Milano mi sto perdendo l’autunno, il mio autunno, quello del Parco di Trenno, della Montagnetta di San Siro, ho sempre caldo o freddo perché non azzecco mai un vestito che sia uno, insomma sembro sempre Totò al Nord, e senza nemmeno Peppino per distogliere l’attenzione.