< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Dormi, dormi
  • Mare mosso senza onde
  • Uno dei giorni
  • “Al Corvetto”
  • Dare casa alle cose
  • Il criterio mancante
  • La vita degli altri
  • Grandi Progetti
  • Cinquanta
  • Beau geste
  • September 2003
    M T W T F S S
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    23/09/2003

    Filed under: — JE6 @ 08:47

    Farsi del male da soli
    Ieri non era giorno di commenti. Oggi sì. Ve lo appiccico qui sotto, perchè io non avrei saputo dirlo molto meglio.
    Ci dispiace moltissimo per Sergio Ercolano, il ragazzo napoletano morto dopo gli incidenti di Avellino. Ma ci sentiamo più vicini, in molti sensi, al vicequestore Rega, ai poliziotti e ai carabinieri aggrediti da una parte (minima, ma non troppo) della meravigliosa (si dice così, vero?) tifoseria napoletana. Insomma, il povero Ercolano se l’è davvero cercata, a meno che camminare sopra una tettoia di plexiglas per entrare in uno stadio senza biglietto rientri fra i diritti inalienabili del cittadino. E i ritardi nei soccorsi, che tanto hanno fatto imbestialire i suoi compagni di tifo, sono stati dovuti sia ai fumogeni, lanciati dai suoi stessi intelligenti compagni, che alla chiusura della porta che portava al fossato, dove il ragazzo era caduto. Valle Giulia non c’entra niente, ma proprio niente, con Avellino-Napoli, e soprattutto noi non siamo Pasolini, ma quegli agenti inseguiti e picchiati, senza ragione, sono vittime della violenza di altri. Sergio Ercolano, che con la violenza non c’entrava comunque niente, è invece una vittima di se stesso.
    Stefano Olivari, Indiscreto.it

    4 Responses to “”

    1. blackcat Says:

      Chapeau. Sono con te al 1000%

    2. Effe Says:

      Ci dev’essere qualcosa che non va. Nel mondo, proprio.

    3. lester Says:

      Concordo in pieno con te, Olivari ed Effe.

    4. Anonymous Says:

      Perfettamente d’accordo. Visto che Olivari non ha i commenti i complimenti glieli faccio qui.

    Leave a Reply