< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Running, standing still
  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • January 2007
    M T W T F S S
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    14/01/2007

    Chi più spende meglio spende

    Filed under: — JE6 @ 20:14

    Tra qualche giorno devo andare a Bruxelles, per parlare con delle persone che di lavoro, in buona sostanza, fanno i lobbysti. Tutto alla luce del sole, tutto legale: sono dei signori che per mestiere difendono/promuovono gli interessi di un certo settore a livello comunitario. Li conosco bene, so che sono competenti, appassionati e intellettualmente onesti [1], lavoro con loro da tanto tempo, ho persino fatto parte del Board europeo dell’associazione che guidano. Insomma, mi fido di loro, e so che i soldi che la mia azienda dà loro – sotto forma di quota associativa – sono sostanzialmente ben spesi. Al tempo stesso so che quei soldi non sono sufficienti, che ci sono lobby di ogni genere ben più ricche e con ben maggiore capacità di investimento, in grado di pagare decine di persone che conoscono i corridoi dei palazzi comunitari come le loro tasche, abilissimi nel far arrivare i documenti giusti al momento giusto sotto gli occhi giusti: potrei fare la lista delle lobby “nemiche”, e non sarebbe corta. Bruxelles, dietro la sua facciata grigia nasconde un tourbillon da Las Vegas della politica; e, come a Las Vegas, puoi sperare in un colpo di fortuna, puoi augurarti di buttare nella slot machine un dollaro per vederlo trasformarsi in una cascata di monete da far girare la testa anche a zio Paperone: ma sai che puoi vincere [2] solo giocando tanto, ma tanto, ma tanto, e su tanti tavoli diversi. Insomma, vado a Bruxelles per giocare il mio dollaro.

    [1] Liberi di non crederci, naturalmente.
    [2] Andare in pari, sì, forse è più corretto.