< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • November 2007
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    13/11/2007

    Fidati

    Filed under: — JE6 @ 18:18

    Ho portato a pranzo un signore olandese. Abbiamo deciso di lasciar fare all’oste, una specie di simpatico Mangiafuoco canuto; ovviamente mi è toccato tradurre i nomi delle portate, compito notoriamente quasi impossibile anche per chi ha un’ottima conoscenza dell’inglese (o della lingua dell’ospite, ovviamente): per un po’ me la sono cavata, ma di fronte a “ciccioli” e “gnocco fritto” ho sventolato bandiera bianca e ho semplicemente detto “they are good, really good – trust me”. Si è fidato.

    5 Responses to “Fidati”

    1. alex Says:

      “Trust me, and eat/buy what my trusted supplier suggests” è una situazione che fa molto social network e qualcosa2.0, vorrei farLe notare.

    2. Squonk Says:

      Touchè (ma non esageriamo però, mica mi vorrà definire fuffa 2.0 ciccioli e gnocco fritto).

    3. perec Says:

      … end indiid zei ar… trai olso mascarpowne…

    4. alex Says:

      non ci scherzerei sopra. la cucina molecolare (fuffa.tra.i.fornelli.2.0) è già in agguato.
      (comunque Lei elude, sa benissimo che il focus non è il cicciolo ma la relazione con il cliente)

    5. lapiccolacuoca Says:

      Sir tocchiamo il fondo…pasta è tradotto pasta, pizza è tradotto pizza e mafia è tradotto mafia. Mandolino? Difatti gli stranieri quando facciamo cucina 0.0 si fidan sempre!

    Leave a Reply