< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Running, standing still
  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • July 2008
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    14/07/2008

    Le vite degli altri

    Filed under: — JE6 @ 08:40

    Qualche mese fa, a mo’ di regalo natalizio, due amici mi hanno aperto a tradimento un account su Twitter. Ammetto che il giochino, a differenza di Facebook, mi è risultato simpatico: e infatti, ci gioco. Però questa mattina ho realizzato che sapere delle vite degli altri – a seconda del tipo di rapporto che si ha con questi “altri” e del modo in cui gli “altri” raccontano di sè – può anche essere spiacevole perchè ti trovi a leggere cose che magari in quel preciso momento preferiresti non sapere. Se non fossi pigro come sono, avrei già chiuso quell’account. Ma chissà, oggi non fa caldo e hai visto mai che trovo le energie.

    8 Responses to “Le vite degli altri”

    1. Carlo Says:

      ma poi si apre un feisbuk?

    2. Squonk Says:

      Guardi, quello l’ho aperto ma lo sto facendo morire di inedia.

    3. laflauta Says:

      ma lei è sempre che si lamenta!

    4. Carlo Says:

      Guardi che se continua così rischia di essere preso nei Sigur Ros.

    5. Squonk Says:

      LaFlauta: la adoro quando mi fa l’illetterata, sa (per il resto, cambiamo discorso, please).
      Dottor Brodo: sono il loro road manager, gli procuro delle groupie malinconiche e li sto a guardare mentre limonano sotto la pioggia.

    6. fede Says:

      bravo, abbandona immantinente questi oggetti del dimonio. io ho testè deciso di infliggere il colpo di grazia al mio profilo su facebook.

    7. laflauta Says:

      Mi candido come groupie malinconica.
      Per il resto, sono illetterata dentro, io. Lo sappi.

    8. caporale Says:

      a me twitter ricorda quello che purtava i scarp del tenis (e ‘l parlava de per lü, of course)

    Leave a Reply