< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • “Al Corvetto”
  • Dare casa alle cose
  • Il criterio mancante
  • La vita degli altri
  • Grandi Progetti
  • Cinquanta
  • Beau geste
  • Running, standing still
  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • September 2005
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    01/09/2005

    Effetto Vendola?

    Filed under: — JE6 @ 13:50

    Se Luca non ci prende in giro, il fatto che nessuno* abbia usato l’omosessualità come motivo di ostracismo nei confronti dell’unico vero candidato alle primarie del centrosinistra definibile “fuori dal sistema” mi pare davvero straordinario.
    *Che io sappia, ovviamente.

    4 Responses to “Effetto Vendola?”

    1. marco Says:

      A me pare appena appena normale, ma forse sono un illuso.
      Vige peraltro la regola, e qui invece dell’illuso faccio il cinico, che non si attacca una persona, tantopiu’ con argomenti non politically correct, finche’ non ce n’e’ davvero bisogno, e finora Scalfarotto, piaccia o no, fa colore e poco piu’, e soprattutto non disturba nessuno.
      Poi qualcuno dovrebbe spiegarmi per filo e per segno perche’ dovrei essere entusiasta di Scalfarotto, ma questa e’ ancora un’ altra questione.

    2. Squonk Says:

      A me, tanto normale non pare, ma forse sono un cinico. Sono invece d’accordo sul fatto che Scalfarotto non dà fastidio, lo si può sostanzialmente ignorare (o ostacolare con juicio) senza fare la figura dei brutti-sporchi-e-cattivi.
      Quanto all’entusiasmo per Scalfarotto, questo sfugge un pochino anche a me. Ho la sensazione di una riproposizione di quel fenomeno “vivere in un altro mondo”, visto qualche mese fa in occasione dei referendum (è anche interessante il fatto che lui stesso dichiara che non si candiderebbe se Veltroni non se ne stesse sull’Aventino).

    3. dado Says:

      dai facciamo i seri: c’è da mandare a casa il berlusca e noi con chi ci presentiamo con scalfarotto???

      va bene farsi ridere dietro sempre però c’è un limite.

      ah ma scrive tutti i giorni sul blog e bè allora siamo a posto!!!

    4. sphera Says:

      Si candidi lei, su. Le giuro che mi entusiasmo.

    Leave a Reply